Dentifricio: come sceglierlo?

Prendersi cura dei propri denti è fondamentale. Spazzolarsi i denti due volte al giorno, consultare un dentista almeno una volta all’anno, scegliere il giusto spazzolino, fare attenzione alla propria alimentazione sono alcuni dei consigli che avrai certamente già sentito.

 

Ma c’è un altro fattore fondamentale per la buona salute di denti e gengive: utilizzare il miglior dentifricio. E non è così semplice, visto che ne esistono decine di marche diverse. Ogni fabbricante cerca di convincerci nelle sue pubblicità che il suo prodotto è il migliore : ma è davvero così? No, almeno non sempre, bisogna ammetterlo.

 

Dentifrici sbiancanti, per denti sensibili, per bambini, contro le carie o l’alito cattivo : la scelta non manca di sicuro, ed ecco perché è così difficile scegliere bene.

 

Perché utilizzare il dentifricio?

Fa parte di quei prodotti che utilizziamo quotidianamente, senza nemmeno porci delle domande sulla sua utilità.  Mettere del dentifricio sullo spazzolino è ormai un gesto automatico. Se qualcuno dovesse chiederci «Perché utilizzi il dentifricio?» ci verrebbe semplicemente da rispondere «per  lavarmi i denti».

 

Questa risposta è corretta, ma bisogna ammettere che è incompleta. Sono diverse le funzioni assolte dalla pasta dentifricia. Prima di tutto purifica la bocca e combatte i batteri grazie al suo contenuto di Clorexidina, che contrasta la comparsa di problemi del cavo orale.

 

Inoltre il perossido di calcio protegge lo smalto dentale che col passare del tempo può deteriorarsi e demineralizzarsi.

 

Inoltre contiene del fluoro che ha la funzione di prevenire le carie. Ecco allora chiariti tutti i benefici offerti da questo prodotto così diffuso e comune.

 

Dentifrici sbiancanti e altro: come scegliere il miglior prodotto?

Scaffali e scaffali di prodotti, pubblicità una più allettante dell’altra, prezzi che possono raddoppiare da un prodotto all’altro… scegliere il miglior dentifricio è complicato e può farci passare la voglia di sorridere!

Ecco i nostri consigli :

 

  • Prova a chiedere il parere del tuo dentista. D’altronde è la persona che conosce meglio i tuoi problemi dentali, se ne hai, ed è quindi nella posizione più adatta per consigliarti un prodotto piuttosto che un altro. In genere non ti dirà quale marca specifica acquistare, ma ti consiglierà piuttosto di prendere un prodotto anti carie, per le gengive sensibili, ecc.
  • Se ad esempio hai tendenza ad avere delle carie, scegli un prodotto con azione anti carie e che sia arricchito con fluoro. Quest’ultimo infatti protegge i tuoi denti dai batteri, e quindi dalle carie. Scegline uno che abbia una concentrazione di fluoro compresa tra 1200 e 1250 ppm.
  • Le gengive sanguinano mentre ti spazzoli i denti ? Scegli un dentifricio specifico per gengive sensibili, che risulta meno aggressivo. Se non avverti alcun beneficio il consiglio è sempre quello di parlarne col tuo dentista, che ti potrà consigliare un prodotto specifico che contenga sostanze anti-infiammatorie e astringenti
  • Il prezzo è un altro fattore da prendere in considerazione. In effetti i prezzi sono molto variabili; il consiglio è di cercare su internet i prezzi più vantaggiosi anche quando si tratta di marche molto conosciute come Colgate o Oral B.

 

Quale dentifricio scegliere per i bambini?

Per i più piccoli occorre considerare attentamente la questione del fluoro. Per i bambini al di sotto dei 6 anni  bisogna preferire concentrazioni al di sotto di 500 ppm.

 

Dopo questa età si può scegliere un prodotto con l’immagine del loro eroe preferito o con un sapore che apprezzano in modo che siano invogliati a lavarsi i denti.

 

Anche se spesso i prodotti per bambini hanno un sapore dolce non bisogna preoccuparsi : non contengono zucchero, ma dei prodotti sostitutivi dello zucchero che non aumentano i rischi di carie. Lo scopo è semplicemente quello di aiutarli a prendersi cura dei loro denti lavandoli almeno due volte al giorno.

 

Dentifricio sbiancante: funziona?

Sempre più diffuso, il dentifricio sbiancante promette meraviglie. Tuttavia anche se aiuta ad eliminare alcune macchie non può certo ridare il candore originale ai nostri denti.

 

Esistono altre soluzioni  a questo scopo, quando ad esempio i denti sono parecchio ingialliti.

 

Se invece hai solo bisogno di ridare un tocco di lucentezza ad un sorriso un po’ sbiadito per ritrovare una dentatura smagliante, puoi lasciarti tentare dal dentifricio sbiancante. In genere questi prodotti contengono maggiori quantità di sostanze  lucidanti per una miglior efficacia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *