Primavera alle porte, pro e contro della bella stagione

La primavera è finalmente alle porte e con lei, inevitabilmente, torna la voglia di godersi un pò di sole e le temperature piacevolmente miti. Le giornate si allungano, le giacche si accorciano e ci sentiamo tutti un pò più allegri. D’altronde, anche se forse non ci facciamo troppo caso, il nostro corpo è profondamente legato ai moti della natura e ai suoi continui cambiamenti. Con l’arrivo della primavera anche noi, in un certo senso, usciamo dal lungo “letargo” invernale e ci predisponiamo alla nuova stagione. Tuttavia, nonostante i suoi tanti effetti positivi, l’arrivo della primavera reca con se anche diversi sintomi fastidiosi, tra cui stanchezza, sonnolenza, svogliatezza e una sensazione generale di mancanza di energie.
Ma a cosa è dovuto tutto questo? Con l’arrivo della primavera, la natura si riattiva e, allo stesso modo, anche il nostro organismo esce dal torpore invernale. Si verifica pertanto un aumento di tutte le funzionalità all’interno del nostro corpo, cosa che richiede un aumento del consumo di energia con conseguente sensazione di stanchezza. Se consideriamo poi che spesso durante l’inverno tendiamo a condurre uno stile di vita più sedentario, a fronte magari di una dieta ricca e abbondante, ecco che è più facile comprendere le difficoltà che potrà incontrare il nostro organismo nel rimettere in moto un corpo carico di tossine.
Si tratta chiaramente di una sensazione transitoria, destinata ad affievolirsi nel giro di poche settimane per lasciare spazio a una nuova energia e vitalità. Ma cosa possiamo fare per smaltire quanto prima il “mal di primavera” e recuperare così forza e vivacità? Innanzitutto, alleggerire un pò la nostra dieta, consumando frutta e verdure freschi. Via libera a legumi e frutta secca, acqua in abbondanza e occhio a non esagerare con gli alcolici e i fritti, che affaticano il fegato favorendo quindi la sensazione di stanchezza. Sarà poi importante ricominciare a praticare attività fisica. Un altro aiuto molto valido, può arrivare dagli integratori: suggeriamo in particolare i multivitaminici contenenti vitamine di gruppi B e C e ricchi di minerali quali il calcio, il magnesio, il ferro (soprattutto per le donne) e lo zinco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *