A tavola, con più equilibrio

 A tavola, con più equilibrio

“Mens sana in corpore sano” recita una famosa locuzione latina, un chiaro invito a prendersi cura sia della propria mente che del proprio corpo. E il miglior modo per prendersi cura di se stessi a 360° è, in primis, quello di seguire una sana e corretta alimentazione. Tuttavia, quando parliamo di corretta alimentazione, intesa come variata ed equilibrata, ognuno ha le proprie idee e convinzioni, talvolta anche difficili da ribaltare. È bene però sapere che la scelta degli alimenti, le modalità con cui prepararli e la frequenza con cui assumerli ha delle regole ben precise che è sempre meglio conoscere.

Ma partiamo dall’a,b,c: le calorie (kcal) indicano la quantità di energia contenuta negli alimenti. Ciascuno di noi deve assumere quotidianamene un tot. di calorie, tenendo conto dei seguenti parametri: sesso, età, peso e, importante, attività fisica praticata. Chiarito ciò, introduciamo adesso il concetto di macronutrienti, ovvero carboidrati, lipidi e proteine. Sono loro, i macronutrienti, le principali fonti di energia per il nostro organismo in quanto consentono ai vari sistemi e apparati di disporre del “carburante” necessario per adempiere a tutte le loro funzioni.

È’ importante suddividere la giornata in almeno tre pasti giornalieri: colazione, pranzo e cena. L’ideale sarebbe poi aggiungervi due spuntini, uno a metà mattina e l’altro nel pomeriggio, per evitare di arrivare troppo affamati a pranzo o a cena e rischiare quindi di abbuffarsi. Considerando che, almeno in teoria, ogni spuntino deve apportare circa il 10% delle calorie giornaliere, una buona ripartizione delle calorie per una singola giornata può essere la seguente:

  • colazione 20%
  • spuntino 10%
  • pranzo 35%
  • merenda 10%
  • cena 25%

Le calorie totali assunte, come abbiamo detto, possono variare sulla base di diversi fattori. È tuttavia fondamentale assicurarsi il giusto equilibrio tra i vari macronutrienti, cercando sempre una proporzione tra questi. Il grafico sottostante mostra l’apporto giornaliero consigliato suddiviso per percentuali:

Naturalmente, siamo ben consapevoli che i ritimi frenetici e convulsi del nostro vivere quotidiano non sempre ci permettono di seguire scrupolosamente le “regole” che abbiamo illustrato finora. Tuttavia, nel bacino del Mediterraneo e in Italia in particolar modo, si è sviluppata nei secoli la dieta mediterranea che reca già in se il principio della varietà degli alimenti. I consigli, in fondo, restano sempre gli stessi: prediligere frutta e ortaggi di stagione, bere almeno 1lt/1,5lt di acqua al giorno ed evitare di esagerare con dolciumi e fritture. E, soprattutto, abbinare a una sana alimentazione un pò di attività fisica, ideale per mantenerci in forma ed evitare così l’insorgere di patologie cardiovascolari. Insomma, niente eccessi nè estremismi alimentari.

Per approfondire l’argomento e fornirvi così preziosi suggerimenti, siete tutti invitati venerdì, 22 febbraio, alla nostra “Giornata con la Nutrizionista”. In questa occasione, la nostra esperta biologa nutrizionista offrirà una consulenza alimentare per riscoprire una sana alimentazione.
La visita consisterà nella misurazione del peso e nello stabilire la percentuale di massa magra, massa grassa e liquidi presenti all’interno dell’organismo. Dopo aver calcolato questi parametri, per mezzo di un macchinario elettronico, e dato consigli mirati per ogni paziente, verrà rilasciato un piccolo vademecum con le regole generali per uno stile di vita sano ed equilibrato. Qualora lo si desideri, sarà altresì possibile fissare un secondo appuntamento per la stesura di un piano alimentare ad hoc.

Per maggiori informazioni, costi e prenotazione, rivolgersi direttamente in farmacia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *